Buio

L’AUTO ELETTRICA NON BASTA | Il problema della CO2 (l’approccio della MAZDA MX-30) 

Iscriviti
visualizzazioni 65K
89% 630 73

Condividi:

Condividi:

Scaricare:

Caricamento in corso.....

Aggiungi a:

La mia playlist
Guarda più tardi
Commenti 0   
Valter Rimoldi
Valter Rimoldi 8 giorni fa
Ma se hanno distrutto la foresta amazzonica che era il polmone del pianeta e nessuno ne parla ! Ma quale auto elettriche
Andrea Ceria
Andrea Ceria 10 giorni fa
Una marchetta a Mazda mascherata da documentario ambientalista. Mah
Gianni Di Leo
Gianni Di Leo 12 giorni fa
Bella la prima parte del video, quella dedicata all'anidride carbonica. Però trovo che sia una forzatura associarla alla Mazda MX-30. Le scelte fatte da Mazda possono essere condivisibili o no (come altre in passato) ma non sono di certo legate all'ambiente.
Lorenzo De Sagun
Lorenzo De Sagun 12 giorni fa
In media un automobilista percorre tra i 10/15K Km annui facendo due calcoli quindi in media sono 35Km al giorno. Quindi se l'autonomia di questa mazda è di 150Km a carica piena non vedo il motivo di lamentarsi, sento persone che "eh ma con 34mila euro mi compro una mercedes-audi-bmw diesel dell'anno scorso" per poi lamentarsi di fap intasati gia al primo anno perché magari usata solo in città nel traffico . Ognuno è libero di acquistare ciò che preferisce ma badate anche alle vostre esigenze lo dicono anche sulle recensioni ormai che le auto elettriche hanno senso nella maggior parte dei casi in città
Slavian Albanovich
Slavian Albanovich 14 giorni fa
Come sappiamo che l'aumento di CO2 è quella antropica e non quella nturarale? Lo sappiamo grazie alle analisi isotopiche, infatti ad aumentare è stata la CO2 contenente il 12C. La soluzione non sono tuttavia le sole fonti rinnovabili, necessiteremo di costruire anche degli EPR
Johnny F.
Johnny F. 15 giorni fa
Quanto costa in CO2 un auto elettrica in tutto il ciclo di vita? Quanta co2 viene prodotta a livello globale per ricaricare le batterie delle auto? Quanto costerà sostituire la batteria delle auto esaurite per chi tiene l'auto a lungo? Basta dire cazzate, un auto elettrica non produce co2 dove viene usata ma, dove viene prodotta la corrente necessaria e, non è minore visto che la maggior parte dell'energia elettrica si produce da carbone in Asia, Giappone, Usa.. ma diciamo la verità non le favole.. Le auto elettriche hanno autonomie ridicole e tempi di ricarica assurdi, se vuoi far durare abbastanza le batterie.. ed anche le ricariche brevi.. un ora e mezza? Follia. Se uno ha mezzi è possibilità, per uso cittadino vanno bene ma, per altro sono insensate.. Un auto diesel produce pochissima CO2 ma, c'è un boicottaggio europeo contro l'auto a gasolio ma, i lati negativi dell'elettrico sono talmente tanti che sarà un bluff.. Converrebbe investire molto in carburanti sintetici che inquinano globalmente come un elettrica e, permettono di mantenere le tecnologie motoristiche attuali, inquinando meno con auto che abbiamo già, senza doverne comprare altre, sarebbe bello e più pulito ma, no.. vogliono convincerti che l'auto elettrica è migliore, anche se dopo 100000 km, dovrai fare un mutuo per cambiare la batteria ma.. a loro cosa importa? L'innovazione vera saranno i carburanti sintetici e l'idrogeno, garantiscono autonomie adeguate e tempi di rifornimento brevi, potrebbero investire molto in quella direzione, senza disperdere capitali nell'auto elettrica ma, ciò che ha senso e ciò che vogliono i politici ignoranti in materia non sono la stessa cosa..
Mario De Cristofaro
Mario De Cristofaro 16 giorni fa
Secondo me usare troppa corrente elettrica ci accorcerà la vita, tutto quello che vive è alimentato da corrente elettrica ed è molto più efficiente delle macchine che la mente umana ha creato. Credere che la corrente sia una risorsa infinita ci porterà ad autodistruggerci.
Guttenflax
Guttenflax 16 giorni fa
Nel giugno del 1989 P.J. Spielmann scriveva che, a causa del surriscaldamento globale (oggi termine proibito, si preferisce il più vago e conveniente "cambiamenti climatici"), già nel 2000 molte città costirere sarebbero scomparse, sommerse dagli oceani espansi dall'acqua dei ghiacciai sciolti. Per non parlare dei decenni successivi: nel 2010 dovevamo già scannarci tra noi ultimi sopravvissuti per gli ultimi litri di acqua potabile. Nel 2021 ci viene imposto di credere alle stesse fandonie semplicemente rimandate al 2030-2050 quasi per fede, ignorando il ricorrende freddo invernale ed enfatizzando all'estemo quei giorni estivi di afa, ormai descritti con toni apocalittici e grafici dai colori sempre più tetri. Si tartassa l'auto, simbolo di libertà individuale e si scoraggia e colpevolizza lo stile di vita e la civiltà che era normale fino a qualche anno fa, mettendoci nel mezzo pure una fantomatica pandemia che spaventa con numeri astratti che però non hanno riscontri reali. Chi osa dubitare viene subito insultato, zittito, cancellato. Eppure Venezia è sempre lí.
Daniele - adadat
Daniele - adadat 16 giorni fa
Aldilà delle apparenze...
Davide Davide
Davide Davide 16 giorni fa
Un'auto di queste dimensioni progettata per il tragitto casa lavoro ? 🙄
Stefano Fasto
Stefano Fasto 17 giorni fa
Alle case automobilistiche non importa nulla dell'impatto ambientale in fase di cproduzione: debbono solo generare profitto. Quanto si risparmierebbe in termini di emissioni di CO2 se l'utente interessato a questa ciofeca da 35k (per uso cittadino)si tenesse la sua auto Euro4/5 senza usufruire di soldi pubblici che potrebbero essere destinati ad altro? (niente demolizione/esportazione via ruota, niente produzione SUPERFLUA, quindi ulteriori emissioni) La scusa della fantomatica transizione verso l'elettrico, alla luce del dato emerso e ben espiegato dal prof. Lozza, non ha alcun senso a livello Europeo. La mobilità elettrica deve rimanere una libera scelta dettata dalle proprie necessità e/o gusti personali; la forte limitazione verso l'endotermico, ed a breve l'imposizione, non farà altro che scaturire l'effetto inverso. Già i numeri parlano chiaro: l'italiano medio rifiuta l'auto elettrica sebbene fortemente incentivata. Per gli spostamenti urbani o extraurbani va benissimo anche una Panda da 12K (senza incentivi).
ushubushu
ushubushu 17 giorni fa
Mi piacciono le auto, da sempre. L'ultima comprata è una MX-30. Non è per tutti? Certamente, ma è virtuosa, bella, sicura e si guida con grande piacere. Aumenteranno le autonomie e,caleranno i prezzi, sicuro. Ma se in giro di pazzi che scelgono già oggi un'elettrica ce ne fossero di più, respireremmo tutti molto meglio, lungo la strada e non solo. I contro, per molti, considerandola come 2a auto, non sono così impattanti come viene spesso scritto per sentito dire. Non è per tutti, lo ripeto, ma è un'ottima auto...per tutti!
Anna did tin jji Greco
Ya %Abjw16als
Francesco Piccoli
Francesco Piccoli 17 giorni fa
aspettate vi spiego come funziona il mondo nel 2021. Allora abbiamo delle teste di cazzo che controllano il mondo, il quale se la prendono con le auto. Conseguenza: le auto stanno diventando con qualità merdosa per rispettare delle leggi senza senso e anche le supercar diventano una merda anche se non dovrebbero centrare niente. Quindi per colpa di persone che inquinano come matti con le industrie il mondo insignificante delle auto viene distrutto. In tutto questo casino mazda vorrebbe fare un auto che rispetti l'ambiente, non ecologica per quanto non si possa fare, e non la puo neanche fare se non un suv che pesa, se no la gente ossessianata da questi bidoni a 4 ruote non la compra. Ottimo
SauRoth
SauRoth 17 giorni fa
Da possessore di Mazda premacy mi scende la lacrimuccia 🥺
Tommaso Cais
Tommaso Cais 18 giorni fa
0:22 palizzata divelta
arwite
arwite 17 giorni fa
Considerando che da entrambi i lati è divelta proprio uguale direi che l'hanno fatta proprio così in origine sai...
Luigi Macchi
Luigi Macchi 18 giorni fa
Non c'è prova alcuna della dannosità della CO2, ma la propaganda continua. E ricordatevi che DOVETE STARE A CASA. E che NON POSSEDERETE NIENTE E SARETE FELICI. Buon proseguimento.
il cavaliere sommelier
Auto elettriche? Se alimentate da corrente prodotta da fonti rinnovabili ok, ma se invece deriva dalla combustione di carbone o petrolio o centrali nucleari (come quasi sempre) allora inquina molto meno una qualunque euro6…la demagogia di politici, UE e via cazzeggiando e’ semplicemente ridicola
il cavaliere sommelier
@Andrea Ceria meno male che ci sei te che sei padrone della conoscenza dei fatti e illumini noi poveri ignoranti…
Andrea Ceria
Andrea Ceria 10 giorni fa
Questa è una tua credenza non basata da fatti
Gianni Madda
Gianni Madda 18 giorni fa
Io ci vedo un controsenso enorme non nei conti fatti dalla casa produttrice né in questa comunicazione insensata e demonizzazione dei motori endotermici. Per la serie, fare un elettrica con motore termico che fa da generatore (quindi piccola cubatura, regimi costanti e consumi/emissioni irrisorie no!? )??
Listerstormable cartoon and technology
Ma chi è che ha fatto questo video? Greta thumberg?
enemyboat spotted
enemyboat spotted 19 giorni fa
Le auto sono state demonizzate in un modo assurdo come se fossero il piu grande fattore nel riscaldamento globale .ma in realtà inquinano poco in percentuale rispetto a fabbriche o allevamenti
Fabrizio Vignati
Fabrizio Vignati 18 giorni fa
il 33% è una bella fetta su cui lavorare sopra se poi nel mentre le aziende e gli allevamenti si impegnano ad avere meno emissioni (come previsto anche dall'UE vedi la riforma della pac da dopo il 2013) perché le cose non dovrebbero coesistere?
NCZ3
NCZ3 19 giorni fa
La cosa che la maggior parte non capisce è che non basta comprare un’auto elettrica per “avere la coscienza pulita”. Esempio io ho un’auto endotermica perché sono appassionato, ma la uso solo quando serve, il resto degli spostamenti li faccio in bici. Mangio alcune volte vegano (non diventerei mai vegano: amo la carne) perché la maggior parte dell’inquinamento globale viene dagli allevamenti. Se ho un elettrodomestico rotto cerco innanzitutto di ripararlo… Se hai un’auto elettrica e la usi in continuazione, per spostamenti anche inutili, non stai inquinando meno degli altri. Infatti ogni volta che sento “zero emissioni” mi metto a ridere chiudo il video.
Moreno Matta
Moreno Matta 19 giorni fa
C'è confusione perché sulla questione ambientale ci prendono costantemente per il culo come in tante altre cose. Non ci vuole un genio o un complottista per capirlo, semplicemente fare qualche riflessione guardandosi intorno. Siete sempre molto bravi, ma occupatevi di automobili e delle vostre impressioni di guida.
Gianluca Chieti
Gianluca Chieti 19 giorni fa
Schema di un impianto di cogenerazione al min 4:14
Александр Жудин
Mazda CX-30 da 35000€ con 150 KM di autonomia come una seconda macchina di famiglia?-Ma quanto ci guadagna quello chi la utilizzerà come una seconda macchina per fare i 150 KM?!... Poi, parlando dell'immissione dell'anidride carbonica nell'atmosfera... Finché ci saranno i paesi del terzo mondo, l'economia e la popolazione dei quali non potranno passare alle soluzioni più ECO e finché ci saranno i paesi più ricchi di essi, che gli utilizzeranno per prodursi la ricchezza, non combinerà nulla.Dire "abbiamo fatto 1000 000 di km quadrati di pannelli solari per sfruttare l'energia rinnovabile" sfruttando le industrie che si alimentano a carbone è proprio il massimo della paraculite
Alessandro Gennari
Alessandro Gennari 19 giorni fa
Beh, sfruttando i pannelli fotovoltaici con batteria di accumulo in garage, l’auto diventa un telefonino che si ricarica di notte . Bisognerebbe smettere di pensare al “tempo per fare un pieno” perché il rifornimento elettrico 0-100% non solo si fa praticamente mai. L’abitudine sta nel fatto di ricaricare di notte a casa , quello che si consuma durante la giornata . Inoltre si può anche scegliere di riempire i tempi morti di parcheggio con piccole ricariche qua e là. Certo , la ricarica domestica è molto più conveniente come costo al kw rispetto alla colonnina . Infatti se una persona a cui interessa il rapporto costi consumi, dovesse guardare al solo costo kWh delle colonnine , Diesel e soprattutto metano ancora convengono di più .
Alessandro Gennari
Alessandro Gennari 18 giorni fa
@Luca Rossi Allora prima di spendere 40k di un'auto elettrica, comprare un garage sarebbe buona cosa ;-)
Luca Rossi
Luca Rossi 18 giorni fa
Ma non tutti hanno un garage privato dove ricaricare
Eugenio_S
Eugenio_S 19 giorni fa
e le dimensioni? più è grande una persona, un'auto, un camion, un pullman, un aereo ...come si spostano producono più co2...fanno auto sempre più grandi e vogliono limitare le emissioni? mi fanno ridere
Alexjkz
Alexjkz 19 giorni fa
Un SUV da più di 4 metri che costa più di 35.000€ non é una macchina da città per il casa-lavoro, dovrebbe essere un'auto a tutto tondo, come la ID.3, altro che questa pagliaccia dei 35 kw/h
Albertone Sa
Albertone Sa 19 giorni fa
Un aereo durante la fase di decollo emette una quantità di CO2 al secondo pari a 1000 auto. Il gioco è sempre lo stesso.
Anzai Sekai
Anzai Sekai 17 giorni fa
@Capitan Andy Smettiamola co ste stronzate, per gli aerei non si può fare nulla, la xosa è differente
Capitan Andy
Capitan Andy 17 giorni fa
Però sai....quelli non si possono bloccare....sono delle lobby potenti dell'aviazione civile....meglio fermare i poveri cittadini no....quelli che ora hanno difficoltà a comprarsi un auto decente.....ma vafffff
Pindol
Pindol 19 giorni fa
Fintanto che non adotteremo un sistema di produzione di energia elettrica co2 free la transizione ecologica non può cominciare, le fonti aleatorie (fotovoltaico e eolico) non possono garantire nemmeno il carico di base, figuriamoci gestire la domanda alla bisogna, i bacini idroelettrici possono fare una piccola percentuale, ma fin che non si ritorna al nucleare campa cavallo, ricaricare macchine elettriche (che non dimentichiamocelo sono dotate di batterie la cui estrazione di terre rare / e non avviene per il 60% in Cina con un impatto ecologico non trascurabile) usando centrali a gas o ancor peggio carbone è come nascondere la polvere sotto al tappeto.
Eet90Fuk
Eet90Fuk 19 giorni fa
Sono sempre stato del parere che, costruire auto elettriche con pacchi batterie enormi ad oggi, sia controproducente. Considerando il tragitto medio del cittadino italiano sarebbe più utile convertire le auto esistenti con un sistema ibrido plugin, così da usare le batterie per circolare in elettrico in città, dove l'inquinamento è maggiore, e tenere il motore termico per i giri fuori porta ed autostradali, avendo comunque l'efficienza rigenerativa delle frenata e la minor usura dei freni. Ad oggi le batterie sono ancora troppo costose e pesanti per poter avere macchine puramente elettriche.
Massimo Bonifazi
Massimo Bonifazi 19 giorni fa
Ancora con queste puttanate del riscaldamento globale ? A quanto vi siete venduti?
vito rubino
vito rubino 19 giorni fa
Beh vedo Giuliano e già so che sarà un video piacevole ed interessantissimo
stavrogin7
stavrogin7 19 giorni fa
Comprarsi un utilitaria per il percorso casa-lavoro con cui non trovi parcheggio perché è grossa come un SUV, e che costa 35k almeno. Siamo al top.
Capitan Andy
Capitan Andy 19 giorni fa
....un aereo nella tratta londra-milano immette co2 come 400 auto diesel....le navi bruciano bunker oil ,una sorta di catrame viscoso e pesantemente inquinante....le fabbriche immettono pesantemente...le abitazioni con i riscaldamenti immettono CO2...ma anche l'estrazione del litio immette Co2....una statistica riporta un raddoppio considerevole di Co2 entro il 2030 proprio per l'attivazione di queste ultime....quindi???....l'unica soluzione sarebbe eliminare l'uomo dalla faccia della terra...ecco l'unica soluzione!!!!!
Cetty Costanzo
Cetty Costanzo 12 giorni fa
00000
Cris K
Cris K 19 giorni fa
Vietare l'endotermico avrà impatti SOCIALI.
FF Moto&Bicycle
FF Moto&Bicycle 19 giorni fa
é arrivato Carlucci di Toyota.
Raoul Re di Hokuto
Raoul Re di Hokuto 19 giorni fa
Tanto tra 100 anni la razza umana sarà estinta.
Corvo
Corvo 19 giorni fa
Ecco l'ennesimo video "marketta" sulle auto elettriche🤦🏻‍♂️..ovvero lavatrici che non sono fruibili per l'utilizzo di massa!...che hanno delle autonomie ridicole, e dei tempi di ricarica biblici🤦🏻‍♂️oltre a costare quanto un rene!....ah per non parlare poi del fatto che tutti i meccanici perderanno il lavoro.... quando lo capiranno che se vogliono "limitare" l'inquinamento, le uniche due alternative sono il metano e l'idrogeno 👌🏻...tutto il resto è solo propaganda per arricchire la Cina con le sue materie prime😒
il magico
il magico 19 giorni fa
Mai sentito tante fesserie+marchetta in un solo video😆😆😆😆😆😆😆😆😆😆😆 bhuhahahhahahahahah .
Emilio Baldassari
Emilio Baldassari 19 giorni fa
Io sono un fumatore quindi mi avveleno da solo, non posso certo criticare l'aria che respiro.
Ludovico de marco
Ludovico de marco 19 giorni fa
it-plans.info/white/video/gpymZ4mOoLKCjoo guardate questo interessantissimo video Questo è il futuro. Nulla contro l'auto elettrica (mi piacciono molto) però non è certo un granché di soluzione ,infondo è una vecchia tecnologia che "sposta" il problema ma sembra non risolverlo ......e tra l'altro ne introduce di nuovi e di non facile soluzione........
LoKer
LoKer 19 giorni fa
Da qualche parte bisogna pur cominciare... Benvenga la mobilità elettrica! Il top in termini di emissioni, performance, EFFICIENZA, comfort,...
Lo Scemo del Villaggio
Basta mettere delle piante, invece di levarle per risparmiare in manutenzione.... Piante.
Il visitatore di sogni
Piantala
Lo Scemo del Villaggio
@Ste Bonaiuti No... tu non hai idea di cosa sto parlando www.coldiretti.it/ambiente-e-sviluppo-sostenibile/piante-mangia-smog
Ste Bonaiuti
Ste Bonaiuti 13 giorni fa
Non hai idea di quanto sei fuori dalla realtà
Giulio V
Giulio V 19 giorni fa
Bravi voi e brava Mazda. Complimenti finalmente un’analisi reale sull’elettrico
giovanni andrean
giovanni andrean 19 giorni fa
Finalmente qualcuno che usa la testa. Che fa i conti e che non usa la pancia. Ottima auto e pensata molto bene. Complimenti a Mazda per andare controcorrente. Io però avrei preferito che costasse meno, magari usando materiali più economici ed evitando soluzioni inutili come le porte controvento.
Mar Nos
Mar Nos 11 giorni fa
.yjuhyhhj kym
Sandro Olcese
Sandro Olcese 19 giorni fa
Fake
Rudi Pici
Rudi Pici 19 giorni fa
le CO2 NON CENTRANO UN CAZZO CON LE AUTO O MEGLIO E LA COSA MINIMALE.... il co2 lo creano le fbriche gli aerei le navi ect ect .... le auto sono l'ltimo dei problemi del CO2
Rudi Pici
Rudi Pici 18 giorni fa
@Listerstormable cartoon and technology infatti ... i finti green mi fanno scifo .... io SONO freen ma per il green vero non per le falsita'... baserebbe aumenare i boschi per ridurre il co2
Listerstormable cartoon and technology
Vero, ma è più redditizio vendere le auto che le grandi navi e aerei, quindi "rompono le scatole" agli automobilisti che gli armatori e compagnie aeree, d'altronde Fiat vende di più che Boeing
Giacomo Lovato
Giacomo Lovato 19 giorni fa
Video fantastico, complimenti ragazzi di Motor1! Giuliano, tra questo e le lodi alla Q4 e-tron ti stai convertendo? A parte gli scherzi: da studente di ingegneria energetica e soprattutto appassionato della tematica ambientale e di auto elettriche sono d'accordo su tutto, dati alla mano. Con la filosofia di Mazda mi trovo leggermente in disaccordo, o meglio: bene che loro propongano un modello del genere, hanno scelto di puntare su finiture invece di autonomia e, che sia propaganda o no, il discorso sulla batteria regge, spero trovino clienti. Però come è sbagliato dire che se si carica l'auto con energia prodotta dal carbone si inquina di più che con un'auto termica, lo è altrettanto prendere in considerazione le emissioni delle auto allo scarico, e non well-to-wheel (dal pozzo alla ruota, credo che i report europei ne tengano conto), e ancora considerare la vita di una batteria di nuova generazione al pari delle Alkaline alle quali siamo abituati, che quando esauste vanno buttate: una batteria al litio di nuova generazione, dopo 10 anni su un'auto ha ancora molta capacità residua e può essere utilizzata per impieghi di tipo statico, per altri 10 o 20 anni, dopodiché viene riciclata (e il processo di riciclo migliora continuamente). Detto ciò, le emissioni della produzione vengono compensate già dopo qualche anno nell'auto. Per un discorso più generale: l'auto elettrica non ci salverà. Ma è necessaria (e va gestita bene), ma lo sono anche altre azioni importanti quali ad esempio la raccolta differenziata (il riciclo diminuisce il bisogno di produrre, e quindi le emissioni), l'alimentazione (è chiaro a tutti quanto l'industria zootecnica abbia emissioni paragonabili al settore dei trasporti, vero? Eppure chissà perché non se ne parla mai, e qui vi tiro le orecchie), e altro ancora. Però che voi facciate un video del genere, così ben fatto, per spiegare semplicemente come la CO2 non faccia male al Pianeta, quanto A NOI che ci viviamo, è veramente meraviglioso. Tornando alle auto: BMW i3, 2013, scocca in CFRP (plastica rinforzata in fibra di carbonio, per contenere il peso), batteria da 22kWh, che con gli anni a parità di peso e dimensioni è passata a 42 kWh (eccola l'evoluzione e l'aumento della densità energetica) e interni in materiali riciclati, fibre naturali e legno...vi suona familiare? Io la amo proprio per il concetto. Poi ok, le azioni del singolo sono necessarie. Ma, senza suonare complottista, dico che quando aziende come ENI o altre multinazionali fossili, o della zootecnica, o anche grandi case automobilistiche, dicono di fare investimenti "Green" non vuol dire una mazza, "green" non vuol dire niente. I dati dove sono? Ah dicono che si destinerà un 4% in 10 anni alle rinnovabili, mentre un 20% ad esplorazioni per nuovi pozzi petroliferi o fracking? (Numeri a caso, non li ricordo, ma sono circa così) no, non lo dicono, dicono che faranno investimenti "green", a noi deve bastare così. Ma la consapevolezza è l'arma più forte in questi casi, quindi spero che questo sia il primo di una serie di video del genere,che comunque non risulta pesante e per nulla fuori contesto automobilistico. Grazie
Carmine Sica
Carmine Sica 19 giorni fa
Da amante e sostenitore della mobilità elettrica (ho una Tesla e gira la città in monopattino) devo dire che questa Mazda non ha senso. 160/170 km di autonomia sono davvero pochi e poi ha problemi legati alla velocità di ricarica che sono stati risolti solo parzialmente con gli aggiornamenti. Inoltre ha uno scatto poco pronto e le terribili porte controvento che la rendono davvero scomoda. Per me è un grande no
Cains muries
Cains muries 12 giorni fa
@Il visitatore di sogni ho fatto un sogno l'altra volta, in cui suzuki, subaru e mazda si univano in un solo brand contro le superpotenze toyota, nissan e honda. Chissà che un giorno accada qualcosa di vagamente simile
Il visitatore di sogni
Mazda è già fallita
Cains muries
Cains muries 13 giorni fa
9 secondi pe rlo 0 100 kmh va bene per un utulitaria
balcos2
balcos2 19 giorni fa
Potevi tranquillamente ridurre il video da 6.05 a 6.20: le attuali tecnologie elettriche sono grezze (per non dire peggio), quindi attendiamo i progressi tecnologici, per pensare di comprare una elettrica seria (prevedo un'attesa di minimo 5/10 anni).
andrea rancati
andrea rancati 19 giorni fa
Si e in piu ' non ha senso puntare sull'elettrico quando non esiste una concreta opzione di produzione di energia elettrica co2 free... o si passa pesantemente al nucleare o altrimenti e'solo una farsa per vendere auto .
emilio paris
emilio paris 19 giorni fa
Tralasciando cosa respiriamo....se.mazda voleva puntare. Su un auto cittadina...avrebbe dovuto fare come citroen con la ami da. 7mila euro... Velocità limitata, autonomia ancora più bassa... Ma misure da vera cittadina, costo basso... Questa Mazda costa 5 volte di più di una ami citroen, è più grande... Ha un bell'aspetto ma non serve a molto se poi ci si Ritrova a non poterla ricaricare per 3 giorni consecutivi per qualsiasi motivo... Io ho trovato una kona elettrica usata e l'ho pagata come questa mazda... Ma ho 480 km di autonomia che in città diventano oltre 550km... Insomma Mazda ha voluto tenere il piede in 2 scarpe... Proponendo un auto che è grande per uso cittadino e disperde la sua poca autonomia con un peso non adatto alla sua batteria... A questo punto meglio. Audi che almeno non si degna di fare elettriche cittadine ma propone solo suv e berline elettriche da minimo 55mila euro in su...
Nadir Zoetti
Nadir Zoetti 19 giorni fa
siamo tutti dei poveri illusi convinti che con le nuove tecnologie risolveremo i problemi del pianeta o riusciremo a inquinare di meno....o si cambia il sistema economico nella sua totalità a livello globale o saremo destinati all'estinzione nel giro di qualche secolo, dopo aver portato all'estinzione gran parte delle specie animali e vegetali naturalmente.....vabbè discorso complesso......bel servizio giornalistico comunque complimenti
Matthews01 • 53 years ago
Idrogeno
Maurizio Menandro
Maurizio Menandro 19 giorni fa
M......
Marco Scale
Marco Scale 19 giorni fa
Bisogna incentivare: - condivisione dei mezzi di trasporto - riutilizzo di auto usate non troppo inquinanti - conversione degli attuali mezzi circolanti da termi ad elettrico (non si cambia la scocca ma solo motore e si aggiunge batteria). Bisogna disincentivare: - caldaie inquinanti - mezzi pesanti troppo inquinanti - cambio dell'auto ogni 2-3-4 anni Inoltre il problema più grande della pianura padana sono le polveri sottili!
Lo Scemo del Villaggio
@Marco Scale Ma tolleranza 0 di cosa? Ma basta che a un vulcano gli venga la sciolta e siamo tutti panati altro che Diesel euro 4... É tutto un allarmismo del ca%%o creato ad hoc solo per animare il mercato automobilistico oramai putrefatto, un tentativo patetico atto solo a ingrassare i soliti e impoverire noi con rate infinite per poter circolare liberamente. Intanto nel mentre io non cambio auto manutenzionandola a dovere finche' il suo ciclo vitale non giungera' al termine (che e' la maniera piu' ecologica di usare un auto) e poi dopo se mai dovessi cambiarla vado in cerca di una ultratrentennale senza elettronica, detassata e rifatta a nuovo... e se proprio ho voglia di fare l'ecologo gli metto una bombola di GPL con un ugello che non usero' mai solo giusto da far figura sul libretto, intanto il concetto e' lo stesso delle ibride che vendono oggigiorno: fuffa.
enemyboat spotted
enemyboat spotted 19 giorni fa
@Marco Scale a bhe certo schiavi della finanziaria a vità insomma . Ma anche no grazie
Andrea A
Andrea A 19 giorni fa
@Marco Scale sinceramente a me non convince questa idea del dover condividere tutto che c’è oggigiorno...tra l’altro fuori dalle città non c’è il car sharing. La riconversione di cui parli riguarda solo poche auto sul totale e comunque è costosa. Tra l’altro convertire un’auto termica in elettrica non è per niente efficiente.
Capitan Andy
Capitan Andy 19 giorni fa
ci dai tu i soldi ?....ma sai quanti milioni di miliardi servirebbero per una riconversione cosi'.....e poi...tutti attaccati alla spina?...con cosa facciamo l'energia poi?...con il carbone???....e' un cane che si morde la coda!!!
Marco Scale
Marco Scale 19 giorni fa
@Andrea A 1) si, car sharing e mezzi pubblici 2) ci sono aziende che fanno la conversione 3) auto a noleggio e con finanziamenti con possibilità di cambiare dopo 3 anni (in molti lo fanno)
Henrick Hansel
Henrick Hansel 19 giorni fa
Tutti sti mesi a parlare ed a fare pubblicità alle auto elettriche poi ve ne uscite fuori con sto video 😂😂
lupin281
lupin281 19 giorni fa
l'elettrico è solo un ridicolo modo per arricchire la Cina... l'idrogeno si può produrre tramite elettrolisi usando il nucleare che produce si scorie, ma è possibile custodirle ed evitare di disperdere in atmosfera
emilio paris
emilio paris 17 giorni fa
@Andrea A cos'è hai perso tutta la tua sicurezza sul tema?
emilio paris
emilio paris 18 giorni fa
@Andrea A come mai questi alti standard di sicurezza non sono bastati per impedire il disastro di Fukushima? Disastro naturale? Ehm... Reggiti forte... Ti do un informazione... I terremoti e i maremoti esistono dall'alba dei tempi... Costruire una centrale nucleare di fronte alla costa nei pressi di una delle faglie più.devastanti del pianeta dimostra come tu e gli individui come te si illudano di poter essere al di sopra delle leggi naturali... Ma ovviamente tu preferisci ritenerti al di sopra di tali leggi giusto? Poi... Elettrolisi... Uhm... Si ok... Quant'è che costa attualmente il processo di produzione dell'idrogeno tramite questo processo? Forse lievemente troppo? Io non ho idea di chi tu sia e di quale titolo di studio tu abbia... Io ho la terza media e faccio il fornaio... Prima di dire a qualcuno che dice idiozie ho l'umiltà di ragionare con me stesso e guardarmi intorno... Ma ovviamente anche in questo caso tu ti ritieni talmente "colto" in materia da poter affermare determinate cose... Fra cui l'ultima... La. Più scellerata... Ovvero che le scorie radioattive possano essere stoccate il bunker ritenuti "sicuri" Ehm... Ma non erano sicuri anche gli standard delle centrali nucleari di cui sopra? Tu sei a conoscenza del bunker di stoccaggio costruito al di sotto di un altopiano che era stato ritenuto "sicuro"? Lo sai che il terreno intorno ha iniziato a cedere e hanno deciso di riempirlo di cemento sia dentro che intorno nella speranza che le cose non peggiorino? Ti senti talmente superiore alla natura da avere la sfrontatezza di accusare lei del disastro di Fukushima senza avere gli attributi di ammettere che la colpa di tale disastro è solo di chi ha voluto mettere lì una centrale per la comodità di reperire e gestire l'acqua di raffreddamento... Mi permetto di darti un umile consiglio... Accetta il fatto che il nucleare così come i combustibili fossili sono solo uno dei tanti modi per far guadagnare determinati individui e smettila di difendere l'indifendibile... Cernobyl errore umano? Certo... Tutti sanno che l'incidente fu causato da chi doveva effettuare un test di sicurezza... Ma anche qui tu tenti inutilmente di nascondere la totale realtà dei fatti... Rispondimi a questa domanda genio della lampada, l'incidente di Cernobyl causò tutti quei morti li... Sul momento e poi a distanza di anni per colpa di chi effettuo l'esercitazione... Oppure per colpa di chi non ebbe il coraggio di effettuare un evacuazione di massa in pochissime ore per almeno "tentare" di salvare quella povera gente che si FIDAVA di ciò che veniva urlato dagli altoparlanti?
Andrea A
Andrea A 19 giorni fa
@emilio paris guarda hai detto una montagna di idiozie. Non è vero che l’idrogeno non è mai sostenibile, poiché se prodotto per elettrolisi non ha alcuna problematica, dicasi idrogeno green, beh differente dal produrlo mediante combustibili fossili come si fare tuttora. Parlare di centrali nucleari e mettere in mezzo Chernobyl (incidente dovuto ad errori umani e negligenza della gestione) e fukushima (disastro naturale) sottolinea la tua ignoranza in materia. Equivale a dire che le auto sono pericolose solo perché esistono gli incidenti stradali, niente di più sbagliato. Le centrali nucleari sono gestite con i più alti standard di sicurezza, mentre le scorie possono essere stoccate in modo sicuro in particolari “bunker”, considerando che poi non tutte le scorie sono pericolose a lungo termine, ma questo lei non lo sa a quanto pare.
emilio paris
emilio paris 19 giorni fa
L'idrogeno non è sostenibile in nessuna forma oltre a essere dannatamente pericoloso una volta messo sotto pressione... Mentre per quanto riguarda le scorie nucleari, dopo i fatti di cernobil prima e Fukushima poi... Senza contare i vari luoghi nel mondo dove sono stati costruiti depositi ritenuti "sicuri" per lo. Stoccaggio delle scorie... Salvo poi essere danneggiati da movimenti del terreno circostante dovuto alla naturale erosione del passare del tempo... Considerare il nucleare una soluzione è pura follia... Sai quanto tempo deve passare prima che la scoria nucleare diventi innocua? Milioni e milioni di anni... E un solo fusto di score nucleari se liberato nell'ambiente lo distrugge e rende invivibile... Io mi domando come fate a considerare ancora certe follie come sostenibili boh.
Leonardo Russo
Leonardo Russo 19 giorni fa
Spero.nell efuel
rosolino aldo dattila
e tutto da verificare, nel passato piu remoto quando non cerano le fabbriche e neache le auto o treni e aerei non cera nulla, l'inquinamento era anche superiore ad oggi !!! quindi incolpare noi di oggi è assurdo
Francesco Loiacono
Francesco Loiacono 19 giorni fa
Io personalmente non sono d'accordo,una seconda auto,del valore di 35-40K euro,con 150km di autonomia,mi sembra davvero un azzardo. Non ho idea di quanto ne vendono e ne venderanno in futuro,ma sono curioso e staremo a vedere.
Francesco Loiacono
Francesco Loiacono 19 giorni fa
@LoKer ma di cosa stai parlando? Io parlavo della Mazda e del video nello specifico.
LoKer
LoKer 19 giorni fa
40k e 150km di autonomia? Ma che stai a dire... la model 3 fa 480km e costa 50k SENZA I VARI INCENTIVI...che qui in Lombardia possono arrivare dino 15k!
Luciano De Lima
Luciano De Lima 19 giorni fa
10 minuti di applausi, poi, cosa aspettare da un costruttore di auto nata in Hiroxima. Complimenti a Mazda e a Motor1 Italia per questo stupendo servizio!
hexgraphica
hexgraphica 19 giorni fa
Perché le crociere non sono state ancora bandite? Per far fronte alla ricerca sull'elettrico, qualche decina di migliaia di persone ha perso il lavoro o è in cassa integrazione.
USugo
USugo 19 giorni fa
congratulazioni per il video pubblicita' sponsorizzato da Mazda, che si contorce in modo ammiravole per giustificare la messa in commercio di un'auto elettrica mediocre e non competitiva rispetto alla concorrenza
Luca Rossi
Luca Rossi 19 giorni fa
Tutto molto bello, ma oggi chi ha 30/40 mila euro per comprarsi un'auto elettrica? Pochissimi. O chi li spenderebbe pur avendoli? Ancora meno! E poi quanto ci vorrà prima che una ricarica completa sia veloce come un pieno di benzina? E quanto ci vorrà per avere centraline sparse ovunque per ricaricare? Si farà, ma ci vorranno anni, molti anni.
Luca Rossi
Luca Rossi 10 giorni fa
@Andrea Ceria I ricconi ci sono per carità, ma di queste auto ne vedo sempre meno, i cali delle vendite sono oggettivi basta vedere le statistiche. Ripeto, non ho nulla contro l'elettrica ne tantomeno sono uno di quelli che hanno divinizzato il Diesel (pazzi!), ma di fatto finchè non ci sarà una modalità di rifornimento simile alla benzina non è fattibile la cosa.
Andrea Ceria
Andrea Ceria 10 giorni fa
Domanda simile alla tua ma diversa: chi compra (o paga il leasing) di auto da 50-60-70 mila euro perché non sceglie naturalmente una elettrica? A vedere il numero di SUV Audi-Bmw-Mercedes per strada io mi pongo sempre questa domanda...
Capitan Andy
Capitan Andy 19 giorni fa
be addesso poi....non fare troppo il comodone....il problema come dici all'inizio e' che noi italiani facciamo i grandoni ma i soldi son sempre meno a causa della cattiva gestione nazionale e le tasche sono vuote....sti qua vogliono pure venderci macchine dal costo triplo...ma
Simone Liberti
Simone Liberti 19 giorni fa
video interessante, ma avrei sottolineato di più il fatto che questa transizione si sta concentrando troppo sulla gente comune, investendola della totalità delle responsabilità, mentre la verità è che esiste una sproporzione disarmante tra le emissioni di un cittadino medio e i più ricchi. Esattamente come le, per così dire, élite (il famoso 1% più ricco) detengono il 30/40% del denaro tra il totale popolazione, vale la stessa cosa per la quantità di emissioni inquinanti. Le 1000 più povere famiglie in case di classe energetica F con la macchina Euro 0 che non fanno la differenziata non inquineranno mai comunque quanto un ricco imprenditore che usa l'aereo privato ogni settimana per spostarsi, o quanto un'azienda petrolifera che trivella i ghiacciai. Non per questo dobbiamo ripudiare le automobili elettriche, ma il cambiamento deve essere intersezionale, in contrasto alle disuguaglianze e promuovere un vasto ripensamento del sistema economico.
capawht
capawht 19 giorni fa
Il punto lo avete espresso al minuti 6:03 la MC-30 è un'auto cittadina nella concezione (tragitto casa lavoro), ma con lunghezza di 4,40 metri e larghezza di 1,80 metri non proprio comodissimi per la città. Ma soprattutto con 150km dimautonomia a 35 mila euro. Va bene tutto il discorso ma questo è il punto. L'elettrico è ottimo per la città, ma ha bisogno di spazio e costa tanto.
Ettore Narciso
Ettore Narciso 17 giorni fa
Credo fosse intenzione della Mazda montare un rotore Wankel come range-extender. Non so perché non sia stato fatto. Forse per le stolte normative che intendono mettere al bando tutti i motori endotermici. In realtà la produzione di corrente avviene ancora in gran parte attraverso centrali termoelettriche che bruciano combustibili fossili. Non ha assolutamente senso, e la Mazda lo sa, produrre auto elettriche con batterie pesanti e costose (in termini economici e ambientali). Le Tesla e tutte le auto che ad esse si ispirano sono una follia. Meglio i saggi giapponesi di Hiroshima :)
Devneox
Devneox 19 giorni fa
Complimenti per il servizio, davvero ben fatto e montato ;)
nicola melis
nicola melis 19 giorni fa
Un auto elettrica con 150 km reali di autonomia al costo di 35/40 Mila euro è inutile - la Panda elettr di Romiti ne faceva 220 35 anni fa - il reale è uno dobbiamo smettere di usare il petrolio
Carmela Cesaro
Carmela Cesaro 13 giorni fa
@Luciano De Lima no Anas mn certificato2rfftttttq
Pippo Palla
Pippo Palla 13 giorni fa
@nicola melis giustissimo
nicola melis
nicola melis 19 giorni fa
@Luciano De Lima fare un auto elettrica con così poco range è semplicemente che ne vuoi vendere pochisdime mentre vuoi vendere auto col nuovo motore a benzina
Luciano De Lima
Luciano De Lima 19 giorni fa
Anche gli smartphone costavano parecchio, già tra qualche anno le cose miglioreranno per quanto riguarda il costo.
giuseppe tambuzzo
giuseppe tambuzzo 19 giorni fa
La colpa principale è dovuta dalla volontà dei potenti della terra,che non vogliono abbandonate ,petrolio e carbone, oltretutto abbattono foreste , senza sostituire gli alberi abbattuti,ecc ......
Listerstormable cartoon and technology
Si dovrebbe afforestare l'intero deserto del Sahara
CHAD EDUCATION
CHAD EDUCATION 19 giorni fa
ma zitto e basta propaganda, sistemati quelle orecchie a sventola
Henrick Hansel
Henrick Hansel 19 giorni fa
Grande ora vai a bere il latte che la mamma ti sgrida
SiGhi
SiGhi 19 giorni fa
Se posso chiederlo...quanti anni hai?
Pippo Palla
Pippo Palla 19 giorni fa
Bel video ma ho un paio di considerazioni. 1. Non si dovrebbe passare all'elettrico solo per la CO2 ma anche per migliorare la qualità dell'aria nelle nostre città. I diesel per esempio non scaricano solo C02 nell'aria come sappiamo. 2. Riguardo alla Mazda possono dire tutto quello che vogliono ma ne venderanno 10 al mese. Se vuoi darmi una elettrica con 150km reali di autonomia da essere usata prevalentemente in città allora devi farmela pagare come una utilitaria. Non ci faccio nulla di una macchina cara e super accessoriata se poi devo stare con l'ansia anche per fare una gita fuori porta. Al momento comprare una elettrica con meno di 50kwh come pacco batterie è pura follia, considerando quanto carente sia ancora l'infrastruttura per ricaricare
Gio Monte
Gio Monte 11 giorni fa
Tra
Pippo Palla
Pippo Palla 16 giorni fa
@elio gambolò sono d'accordo su tutto, ma proprio perché a differenza di Tesla le colonnine di ricarica sono poche, mal distribuite e relativamente lente, oggi più che in futuro conviene avere una batteria decente che ti consenta di fare almeno 200 km reali. In futuro le batterie saranno più leggere, più veloci e forse anche più capienti. Ma al momento chi sceglie l'elettrico lo fa per la possibilità di ricaricare la propria auto da casa. E se lo si fa di notte non è poi così male
elio gambolò
elio gambolò 16 giorni fa
Concordo! Anche se non è così semplice Ho una model 3 sr plus con 50 kWh di batteria ed una Volkswagen e-up con batteria da 32 kWh oltre che aver posseduto una Smart eq, l’auto principale deve avere le seguenti caratteristiche in ordine di importanza 1) velocità di ricarica adeguata con curva di ricarica il più piatta possibile, non ha senso avere picchi altissimi per poi arrivare che dopo il 50% la potenza e la conseguente velocità crolla 2)rete di ricarica al quale si ha accesso! Tesla offre una rete affidabile, posta alle giuste distanze, nelle giuste posizioni, nei pressi di caselli autostradali, le altre hanno accesso solo ad una rete che ad oggi, seppur in veloce crescita, non offre quantità di stalli ne quantità di punti strategici pari a Tesla, se la risposta ai supercharger che mediamente hanno 8 stalli sono 2 stalli in un autogrill o addirittura un solo stallo con 60 kw, le cose possono diventare molto complicate 3)taglia della batteria adeguata per poter supportare potenze di carica elevate, non per avere più autonomia, perché l’autonomia dipende dall’efficienza prima ancora che dalla taglia della batteria, posso fare 400 km con 50 kWh e farne 450 con 70, quale delle due ha più senso? Quella che ci mette meno a ricaricare 200 km di autonomia reale 4) l’ultima cosa importante è l’autonomia, fare 500 km non serve a niente se poi ci vuole un ora o più per ricaricarla, l’autonomia che conta non è quella massima, ma quella che si ricarica in 15/20 minuti, che un’auto mi faccia 400 km ma poi sia lenta nel caricarne 200 non serve a niente, 15 minuti di sosta non pesano, fermarsi per andare in bagno, richiede non meno di 10 minuti, 15 minuti in una sosta sono un tempo che non pesa e se questi 15 minuti avvengono almeno dopo un ora e mezza o due di guida in autostrada non pesano per niente Quando si sceglie un’auto elettrica della taglia della batteria ci si deve preoccupare relativamente, quello che è importante è appunto il tempo impiegato a caricare tra 150 e 200 km, se per caricare 150 km ci vuole mezz’ora, i viaggi saranno estenuanti, se per caricare 150 km bastano poco più di 10 minuti, anche se l’auto ne avesse solo 250 o 300 di autonomia, viaggereste senza problemi, con brevi soste che fanno solo bene Non è l’autonomia massima il risultato da perseguire, quello è solo quel che chiede il pubblico contrario all’elettrico, sono tempi di ricarica brevi ad essere l’unica cosa importante! Batterie enormi con pesi spropositati portano a consumi elevati che richiedono tempi elevati per essere ricaricati, d’altro canto, se batterie piccole e leggere non garantiscono tempi brevissimi, siamo di fronte ad auto ancora più inutili, perché di fatto ad oggi, più piccola è la batteria, più la potenza di carica scende, quindi bassa autonomia e tempi lunghi… così non si può viaggiare Bisogna scegliere il miglior compromesso possibile, non la batteria più grossa, altrimenti ci si ritrova dei baracconi da 90 kWh di batteria che a fatica fanno la strada di auto da 64 kWh, questi 34 kWh in più te li fanno pagare profumatamente e devi anche poi “riempirli” oltre che scarrozzarteli in giro Ovviamente i numeroni fanno scena, ma i numeri che contano sono il tempo che si impiega per fare 1000 km dove conta più la velocità di ricarica piuttosto che l’autonomia maggiore senza dimenticare l’affidabilità e disponibilità dei punti di ricarica!
Pippo Palla
Pippo Palla 18 giorni fa
@Antestius Leontius hahha ma le macchine guideranno da sole, lo fanno già. Quindi ti puoi fare portare dove vuoi
Antestius Leontius
Antestius Leontius 18 giorni fa
@Pippo Palla A beh, sto tranquillo si, a me sta transizione ecologia toccherà marginalmente per fortuna, con già 40 anni suonati sulla gobba mi son dato 70 come ultimo traguardo, dopodiché molleró il volante perché sarò tutto rincoglionito.
Gabyzen64
Gabyzen64 19 giorni fa
Che cagata immane... ma fatemi il piacere. Basta propaganda...
Matteo Laccone
Matteo Laccone 19 giorni fa
Il perché pubblicate certi video su questo canale quando avete “insideEvs” ancora mi sfugge. O forse è perché quel canale se lo cagano in pochi
Salvatore Cavallaro
Salvatore Cavallaro 19 giorni fa
Scusate la mia ignoranza ma in caso ci fossero in giro tutte auto elettriche… per produrre l’elettricità necessaria per rifornire tutte queste auto non si avrebbe lo stesso un effetto negativo? Quello che vorrei dire è che le centrali elettriche per far disporre di tutta questa quantità di elettricità non inquinerebbero più o meno quanto le auto in circolazione? Poi francamente pensare che un’auto come questa Mazda sia concepita per tragitti casa lavoro mi sembra un azzardo. Francamente 34.000 euro di auto da utilizzare come seconda auto sono penso un po’ fuori dalla portata di molta gente.
Andrea A
Andrea A 19 giorni fa
@LorenzoSmascello piccolo appunto...lo smog non si può “spostare”. Inquinare in città o in zone extraurbane non fa praticamente alcuna differenza dal momento che gli inquinanti si spostano nell’atmosfera. Per farti capire è un po’ come l’”utilità” delle ztl in città
Alessandro C.
Alessandro C. 19 giorni fa
Aggiungerei anche che le percentuali di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili stanno aumentando
LorenzoSmascello
LorenzoSmascello 19 giorni fa
Non sono un ingegnere energetico, ma ti rispondo da economista interessato all''argomento. Spostare l'inquinamento in "centrali elettriche" potrebbe essere una buona idea, dal momento in cui le auto tradizionali hanno motori (spesso ancora vecchi) inefficienti. Infatti un motore endotermico ha un efficiente molto più bassa dei motori elettrici, mentre le centrali elettriche hanno efficienze riguardevoli. Inoltre, lo smog verrebbe spostato dalle città (in cui la gente vive, mangia e dorme) in zone più distanti e più "controllabili". Detto questo, io sono a favore del biometano.
Francesco Landolfo
Francesco Landolfo 19 giorni fa
Beh parlando in generale, se 20 nave da crociera inquinano 10 volte il numero di tutte le auto d'Europa insieme capite bene che è solo fuffa e marketing
Francesco Landolfo
Francesco Landolfo 19 giorni fa
@USugo veramente non mi sono dilungato sull'aspetto del rendere più green altre cose oltre alle auto se no mi sarei dilungato troppo 🤣 pensa che il mio argomento di tesi è il camino solare!
USugo
USugo 19 giorni fa
@Francesco Landolfo peccato. Se avessi scritto che oltre alle auto bisognerebbe elettrificare/decarbonizzare anche le navi che inquinano come etc. mi sarei anche potuto far scappare un "thumbs up"!
Francesco Landolfo
Francesco Landolfo 19 giorni fa
@USugo vabbè io ho parlato di Europa non del mondo 🤣 comunque ho sbagliato solo il numero di navi perché in un altro articolo si citava "le navi da crociera di una sola compagnia.." e quindi ho ipotizzato fossero una ventina.. ma alla fine è assurdo pensare che un centinaio di navi da crociera possano inquinare come tutto il parco auto in Europa.
USugo
USugo 19 giorni fa
@Francesco Landolfo leggendo l'articolo, giungono grosso modo alle stesse conclusioni, circa 1/5 del trasporto su strada. Non dubito che le navi da crociera inquinino molto, ma i dati globali rendono il tuo commento che è solo fuffa e marketing fuorviante e poco "intelligente" :-P
Francesco Landolfo
Francesco Landolfo 19 giorni fa
@Leandro Malara Basandosi sulle informazioni trasmesse dai sistemi di identificazione automatica (AIS) montati sugli scafi, i ricercatori hanno ricostruito gli spostamenti di 203 navi da crociera durante il 2017. Nel complesso, le navi da crociera hanno consumato 3267 chilotonnellate di carburante, emettendo in atmosfera 10.286 chilotonnellate di anidride carbonica (CO2), 155 di ossidi di azoto (NOX), 62 di ossidi di zolfo (SOX) e 10 di particolato (PM). È negli ossidi di zolfo che il paragone si è rivelato impietoso: nel complesso, l’inquinamento delle navi da crociera supera di oltre trenta volte quello veicolare.
Pit Stop Italia
Pit Stop Italia 19 giorni fa
Ho sempre ammirato Mazda, campioni di meccanica e innovazione!!
Fadwa Tiabi
Fadwa Tiabi 12 giorni fa
@Capitan Andy 7i9
Rosa Chinese
Rosa Chinese 13 giorni fa
Buongiorno
miriam mirage
miriam mirage 14 giorni fa
R a wili a presto 7712348yxsdkh
Pit Stop Italia
Pit Stop Italia 15 giorni fa
@Capitan Andy molto strano si, per qualsiasi marchio direi... le giapponesi fino a 10 anni fa impeccabili, ma la loro mentalità persiste
Capitan Andy
Capitan Andy 15 giorni fa
@Pit Stop Italia ...i giapponesi fanno sempre le cose con il massimo zelo e le auto sono davvero buone....per lo meno lo erano....ora ho dei dubbi su molte cose....due mie vicini hanno avuto Mazda 3 e 6...sono andate bene ma le carrozzerie sono marcite già dal quinto anno....ma perforate eh....mica piccoli punti...mi pare alquanto strano..anche perché perfino la multipla non arrugginisce manco dopo 15 anni...ma
Il prossimo
D.O. 디오 'Rose' MV
2:56
visualizzazioni 3,2M
Sigaretta (post caffè)
3:00
visualizzazioni 76K